Tanta buona musica, i dati in tempo reale della stazione meteo di Montese, le immagini delle webcam della zona e qualche buon consiglio!

E’ dura per Radio Casa Bastiano

La comunicazione della SIAE è arrivata oggi, nel tardo pomeriggio. Con toni pacati e gentili avverte che il costo delle licenze delle web radio è praticamente raddoppiato: a partire dal 1° gennaio 2011 la tariffa annuale per le tutte le web radio personali sarà di 480 euro. Lasciando da parte ogni tipo di polemica e andando dritto al punto, la questione è di vitale importanza per il proseguimento di Radio Casa Bastiano. La SIAE non è l’unico costo fisso annuale che paghiamo per poter trasmettere, ma si somma alla licenza SCF (anche i fonografici vogliono la loro parte) e alla banda del server di streaming. Messi tutti insieme questi costi sono diventati ormai importanti e praticamente insostenibili con le nostre sole risorse.
Cosa fare? E’ la domanda che ha iniziato ad assillarmi da qualche ora e che ha bisogno di una pronta risposta. C’è infatti tempo fino al 30 novembre per decidere di recedere il contratto con la SIAE e interrompere le trasmissioni, se no bisogna pagare.
Detta fra di noi, il primo pensiero è stato dire basta, ma chi me lo fa fare? Poi ho pensato a voi che tutti i giorni vi collegate da tutte le parti del mondo per ascoltare Radio Casa Bastiano e mi sono detto: sono tanti, chissà cosa ne pensano? E soprattutto: saranno disposti a sostenere volontariamente parte dei costi della radio? La proposta, lo ammetto, non è nuova e il pulsante DONAZIONE presente in alto a destra in tutte le pagine di questo sito ne è la più chiara testimonianza. L’unico problema è che fino ad oggi in pochissimi l’hanno usato!
Bene, ora è veramente arrivato il momento di usare qualsiasi mezzo per sostenere Radio Casa Bastiano: ora o mai più mi verrebbe da dire!
Quali sono tutti i possibili mezzi per sostenere Radio Casa Bastiano?
– la DONAZIONE, il metodo più veloce e diretto. Potete donare quanto volete utilizzando il bottone in alto a destra che vi permette di fare una donazione tramite PayPal. Se non utilizzate Paypal e preferite fare un bonifico scrivetemi per avere le coordinate bancarie;
– l’uso dei BANNER (se di vostro interesse) sulle pagine del sito. Le percentuali di entrata per noi in questo caso sono nell’ordine di pochi centesimi per click, ma se i click sono tanti possono contribuire alla causa anche questi;
– se utilizzate iPhone, iPod Touch o iPad acquistate la App di Radio Casa Bastiano per 2,99 euro. Il 70% di questa somma arriva direttamente a Radio Casa Bastiano;
– acquistate magliette, felpe o borse nello shop. Anche qui una piccola percentuale (circa 2 euro arriva a Radio Casa Bastiano).
Mi rendo perfettamente conto di chiedervi tanto, ma obiettivamente le premesse su cui si è sempre basata Radio Casa Bastiano sono queste: una radio amatoriale (o personale come viene identificata dalla SIAE) non ha per sua natura fini commerciali e si basa sulle risorse (di tempo ed economiche) di chi la gestisce e sui contributi dei suoi utenti. Io fino ad oggi ho sempre fatto la mia parte e qualcuno di voi in questi anni un piccolo o grande aiuto me l’ha dato. Ma oggi dobbiamo fare di più. Sia io che voi.
Ci state? Dai, proviamoci!
Vista l’importanza, questo post starà in cima alla lista (con nomi diversi) fino al 30 novembre e sarà aggiornato giorno dopo giorno con l’importo totale delle entrate ricevute che ad oggi, per tutto il 2010 ammontano a:
15 euro (donazioni) – 28 euro (banner) – 20 euro (App) – 4 euro (shop)
TOTALE = 67 euro
PRIMO OBIETTIVO 50% SIAE = 240 euro
CI MANCANO ANCORA 173 euro
Come potete vedere, siamo ben lontani dal raggiungimento di una copertura del 50% dei costi che ritengo indispensabile per il proseguimento di Radio Casa Bastiano.
Il conto alla rovescia è partito: rimane questo tempo per aiutare Radio Casa Bastiano.

Radio Casa Bastiano – Only Good Music
Se avete domande o volete più informazioni su come contribuire scrivetemi.
Grazie! Michele

Rispondi a Paolo Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “E’ dura per Radio Casa Bastiano”